Banner Default Image

I cinque migliori consigli per scrivere un CV

29 May 2018

by Jess Williams

Quante volte ti sei candidato per un lavoro e non sei stato ricontattato? Se possiedi tutte le competenze giuste, hai un’esperienza fantastica e un interesse reale per il mercato, ti sei chiesto quale potrebbe essere il problema? E se fosse il tuo CV che non rispecchia nessuna di queste qualità? Rileggilo attentamente e prova a essere oggettivo. È convincente? Se la risposta è no, eccoti le nostre dritte per scrivere un CV che i datori di lavoro si contenderanno.

1.Dimostra di essere perfetto per il ruolo

Per prima cosa, il tuo CV dovrebbe sempre essere chiaro, ben strutturato e facile da leggere. Includi le informazioni più rilevanti, come il tuo profilo personale e il tuo percorso lavorativo, e organizzale secondo un layout che rifletta la loro importanza. Puoi anche utilizzare elenchi puntati e tabelle per presentare le tue competenze, comunicando il contenuto in maniera diretta e concisa.

2.Scrivi per spiccare

Lo scopo principale di un CV è di presentare in modo inequivocabile quelle qualità uniche che ti rendono perfetto per un ruolo. Allora perché riempirlo di cliché? Puoi davvero essere entusiasta, intraprendente e un ottimo team-player, ma questo non dovrebbe essere il manager a stabilirlo sulla base del vostro colloquio? Opta per verbi che provino la tua determinazione e seleziona gli aggettivi adeguandoli alla posizione in questione.

3.Conforma il tuo linguaggio all’annuncio di lavoro

Con la gran quantità di CV da leggere al giorno d’oggi, un datore di lavoro può scorrere il testo alla ricerca di parole chiave inerenti alla job descriprion. Prova a includere le qualità e i requisiti elencati, in modo da riflettere in maniera esplicita le caratteristiche di cui hanno bisogno.

4.Non sottovalutare le potenzialità degli spazi bianchi

Piuttosto che innervosire un datore di lavoro, gli spazi bianchi dimostrano capacità di sintesi e sicurezza. Un CV prolisso non solo può sovraccaricare visivamente la pagina ma richiede anche molto tempo per essere letto, mettendoti da subito in una posizione di svantaggio. Bilancia il contenuto con gli spazi bianchi per far riposare gli occhi di chi legge, e assicurati di lasciare abbastanza spazio per le annotazioni.

5.Aggiorna il tuo CV

Niente fa una brutta impressione come un CV datato che include voti scolastici, occupazioni irrilevanti o, peggio, che sia sprovvisto di una sezione dedicata alle competenze acquisite durante il tuo ultimo lavoro. In fondo, per aggiornare il CV basta rimuovere quei lavori che non riflettono le tue aspirazioni attuali (assicurandoti sempre che tutte le date siano coerenti) e dare una ripulita al design generale.

Per trovare la tua prossima opportunità di lavoro, clicca qui

Image 2020 11 03 T18 20 38

The latest OJ Webinar

Stai valutando un trasferimento?